h1

L’arte dei sogni

L’arte dei sogni
l’esplorazione dell’immaginario con la maieutica filosofica e la pittura di processo

La grande sfida in epoca psicantropa è quella di esplorare i sogni senza interpretarli, ma semplicemente attraversandoli. Un percorso riservato al fanciullesco piacere di ritornare al sogno con carta, tempera e pennelli, per estenderne le immagini e farle diventare altro nel tempo di veglia. Riconnettersi con la dimensione onirica per restituire vita a personaggi e oggetti, relazioni e stati d’animo. Un laboratorio filosofico-artistico che si avvale di due metodiche complementari.

La maieutica filosofica, appresa da Pierre Grimes nel 2005 a Esalen, California, nella forma di Philosophical Midwifery, una procedura che, grazie al questionamento socratico, consente di percepire la familiarità, nella vita quotidiana, con le atmosfere e le sensazioni già vissute sul palcoscenico onirico. La pittura di processo, o Process Painting, che non ha come scopo la realizzazione di un prodotto artistico, ma il mero piacere della scoperta, per vedere che cosa accade, fra forme e colori, affidandosi all’intuizione. Senza timore del significato, del controllo e del giudizio.

L’esperienza del Point Zero Painting condivisa con Michele Cassou nel 2011 a Taos, New Mexico, ha confermato l’ipotesi che possa darsi una continuità fra il lavoro sui sogni inteso come estensione di immagini e atmosfere per il tramite del dialogo e della scrittura, e una modalità del dipingere orientata non al prodotto ma al processo. Un modo per riattivare le immagini e le atmosfere oniriche re-immergendosi in esse e lasciandole libere di trasformarsi in sogni ad occhi aperti. Una pratica filosofico-artistica che agisce sulla dimensione creativa del filosofare.

La prossima edizione del corso — che costituisce il continuum del corso di diaristica come esercizio di pratica filosoficasi terrà presso la Biblioteca Provinciale ‘Nicola Bernardini’ tutti i mercoledì dalle 18 alle 20 a partire dal 3 aprile 2019. E’ gradita la prenotazione. TeL. 0832.521828.

Evento realizzato in collaborazione con il Polo Biblio-Museale di Lecce.

0

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: